GESTIONE RIFIUTI

La gestione rifiuti è un problema perfido: è complesso, vede coinvolti molti attori e non è mai ben chiaro se e quando lo si è risolto.

2014-03-28 12.48.15Poiché non c’è nulla di peggio che affrontare un problema perfido come se non lo fosse, è necessario conoscere bene il sistema di cui stiamo parlando e accettare la complessità del processo decisionale. Gli amministratori, a cui spetta proporre soluzioni efficaci, e i cittadini, che devono approvarle e convivere con gli impianti che una gestione efficace richiede, devono avere a disposizione tutti gli strumenti per valutare razionalmente e scientificamente i pro e i contro delle diverse soluzioni possibili e comprendere il ruolo che la propria comunità può giocare.

La gestione rifiuti non può essere affidata unicamente alla somma dei comportamenti individuali dei cittadini che praticano la raccolta differenziata; il governo della gestione rifiuti richiede:

  • un forte impegno delle istituzioni pubbliche a progettare soluzioni e metterle in discussione;
  • la capacità del settore privato di realizzare e condurre impianti tecnologicamente complessi;
  • la regolarità dei controlli pubblici sul rendimento ambientale degli impianti e di tutto il sistema di gestione.

Da dove nasce l’illusione di poter risolvere problemi generati dagli scarti di una produzione industriale di massa senza mettere in opera un sistema industriale di trattamento rifiuti adeguato alla complessità di ciò che scartiamo?

In questo sito integriamo più elementi necessari a mettere in pratica una gestione rifiuti di successo:

  • evidenziamo gli elementi tecnici che compongono un sistema integrato di gestione rifiuti
  • sottolineiamo l’importanza di descrivere la rete degli attori dei rifiuti
  • mostriamo la sintesi dei risultati di studi di Analisi del Ciclo di Vita (LCA) che mostrano gli impatti ambientali di sistemi di gestione rifiuti alternativi
  • affrontiamo la discussione sulla rappresentazione del rischio associato agli impianti industriali che entrano in un sistema completo di gestione rifiuti.

Chiariamo subito che affrontando la pianificazione della gestione rifiuti  è meglio abbandonare il termine generico “cittadini” ed individuare i principali attori che entrano in un dibattito sul rischio di una installazione industriale, quale quella di un impianto di trattamento termico dei rifiuti. In questo modo sarà possibile cominciare ad osservare le loro posizioni relative e il loro grado di influenzare le decisioni.
Tra questi attori della rete rifiuti vi sono:

  • i grandi gruppi che possono avere un notevole interesse nel dimostrare che il rischio su cui una comunità si interroga è basso: industrie del settore; finanziatori; aziende di gestione rifiuti;
  • i politici a livello locale, regionale e nazionale che influiscono sulla decisione;
  • gli amministratori e i tecnici delle agenzie di controllo (ARPA e ASL);
  • gli attivisti ambientali e nella comunità, a tutti i livelli;
  • i lavoratori del settore;
  • i residenti nelle vicinanze: ogni persona potenzialmente impattata dall’impianto;
  • i cittadini sensibilizzati all’evento;
  • scienziati ed esperti di settore;
  • scienziati ed esperti di altri settori;
  • i giornalisti.